La semplicità è la chiave per crescere bambini felici

La semplicità: un ingrediente che ormai sembra a poco a poco sparire dalla ricetta delle nostre vite. La tecnologia è sempre più invasiva, il lavoro ci sommerge, gli impegni sono infiniti, si sovrappongono, non ci lasciano più spazio libero.

Lo stesso vale per i nostri figli: la nostra tendenza a fare, fare, fare si riflette su di loro, indotta anche dalle agende fittissime, dai mille sport, dalle innumerevoli attività post-scuola, dalla miriade di giocattoli che scorrazzano per casa.

Siamo sicuri che assicurare delle giornate piene ai nostri pargoli sia effettivamente positivo e salutare come crediamo? Certo, diversificare gli interessi, assicurare loro giornate piene e costruttive e fornirgli gli stimoli di cui hanno bisogno non è un male. Ma quando è troppo è troppo, e rischia di diventare controproducente.

Ecco perché semplificare è la chiave per crescere bambini felici: premere il bottone "pausa" è il segreto per calmare, educare al meglio e assicurare una vita serena ai nostri figli.

Già, perché in fin dei conti ai bambini è giusto lasciare i loro spazi e i loro tempi, senza che vengano sotterrati dal "troppo". Se liberi, possono esplorare il mondo con i loro mezzi e le loro tempistiche, stressandosi meno e, rilassati, gustarsi la loro serenità.
La vita quotidiana è ormai diventata un flusso inarrestabile, e i tempi morti oltre che ad essere ritenuti perdita di tempo prezioso sono praticamente un miraggio. Fare tutto, avere tutto, sapere tutto: sembra che tutto sia necessario ed irrinunciabile, e i genitori tendono a trasmettere questo senso del tempo ai bambini.

Scuola, pranzo, compiti, lezione di flauto traverso, allenamento di basket, laboratorio di cucina, scuola, compiti, recuperare il solfeggio, nuotare un po' che non fa mai male: siamo sicuri che i bambini abbiano davvero bisogno di tutto questo?
In questo modo ogni momento di calma in famiglia viene vissuto inevitabilmente con ansia, con uno stress latente, con la sensazione scalpitante di dover fare altro. Non ci si gode più un momento di relax.

Semplificare la routine dei nostri figli, quindi, significa dargli la possibilità di crescere più rilassati, tranquilli e produttivi. Lasciargli del tempo libero è ottimo per stimolare la creatività che possiedono naturalmente (spesso lasciata addormentata perché i troppi stimoli non permettono che la fantasia faccia il suo corso), ed è lo strumento ideale per far sì che non ricevano troppe informazioni: se troppo stimolati i nostri piccoli rischiano di esplodere!

Le troppe informazioni derivano tanto dalle innumerevoli attività alle quali troppo spesso sono costretti a partecipare quanto dai giocattoli senza fine, dagli strumenti tecnologici che ormai si trovano in tutte le case, dalla troppa tivù. Insomma, da una vita troppo piena.
Ma la mente dei bambini ha bisogno del suo tempo e delle sue quantità di input. Fornire troppi giocattoli è il primo passo per far sì che il bambino disimpari a giocare profondamente nel modo che gli è più utile e quindi ad esplorare il mondo: salterà di giocattolo in giocattolo senza soffermarsi il giusto tempo su ognuno. E trasmettergli la frenesia adulta è deleterio: lo sviluppo non ha fretta! Anzi.

Perché quindi non prendere l'occasione e iniziare a pulire la routine?

- Possiamo partire dagli oggetti, eliminando i più superflui (quelli con cui giocano meno e che non attirano la loro attenzione) e tenendo quelli con i quali passano più tempo. Vi stupirete, ma vi accorgerete che quelli più utilizzati sono anche i più semplici.

- Idem con i libri: non tenete una biblioteca intera in cameretta, ma assicurate al bambino l giusta quantità di libri, tenendo a portata di mano quelli che più gli interessano e ruotandoli di tanto in tanto.

- Soprattutto, però, è bene dare una ripulita alla routine settimanale. Non accatastate attività su attività senza respiro tra una e l'altra, ma fate sì che le giornate somiglino di più ad un flusso piacevole di tempo. Le pause sono benaccette, i momenti di relax in cui il bambino deciderà da solo cosa fare idem.

- Ma ricordate di non farlo solo con l'agenda del vostro bimbo: fatelo anche con la vostra! Farà bene a voi, e di riflesso a lui, avendo tutti più tempo a disposizione per rilassarsi in famiglia.

La redazione di mammapretaporter.it

Ti potrebbe interessare anche

Come dare le medicine ai bambini senza stress
Insegnare ai bambini la gestione dello stress fin da piccoli
4 modi per crescere bambini felici anche in momenti di stress
16 cattive abitudini che aumentano lo stress delle mamme moderne

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna