Consigli per rendere il Natale più piacevole e di qualità

Le feste natalizie non sempre sono solo una delizia, o qualcosa che attendiamo con eccitazione e voglia. Sono stupende, è vero, ma dietro l’angolo si nasconde un po’ d’ansia: i regali per tutti, il pranzo di Natale, la cena della Vigilia, i bambini che saranno a casa da scuola e che ribalteranno la casa, i biscotti da cucinare, la casa da addobbare, gli aghi di pino sparsi per tutto l’appartamento… Ognuna ha il suo incubo natalizio. Anche noi lo abbiamo. Ma da qualche anno abbiamo deciso di rallentare, e di goderci le feste di Natale con più tranquillità e piacevolezza, provando a minimizzare l’ansia grazie a poche ma semplici regole che ci ripetiamo come fossero confortanti mantra.

Consigli per rendere il Natale più piacevole e di qualità: i mantra da ripetere per far sì che le vacanze natalizie non ci travolgano

Innanzitutto, in questo periodo dell’anno rinunciamo un po’ a Pinterest. Lo sappiamo, anche noi la riteniamo una miniera d’oro, e adoriamo questa piattaforma social sulla quale raccogliamo idee e moodboard visive. Tuttavia social come Pinterest e Instagram spesso, anche inconsciamente, ci fanno male, perché, fateci caso, lì è tutto perfetto e impeccabile. Cosa che le nostre case (per fortuna) non sono. Lo avevamo già detto: in giro c’è troppa perfezione, e uno dei mantra per rendere il Natale migliore quindi è semplicemente sull’onda di questo pensiero: non cerchiamo la perfezione, ma la bellezza nelle cose vere e reali, vissute, quelle che ci danno la felicità. E chissenefrega se l’albero è un po’ storto o le decorazioni sono super semplici. Sono bellissime così.

La seconda regola è una parola: abbastanza. Esatto, accontentiamoci. O meglio ancora: riconosciamo quando abbiamo fatto abbastanza, senza esagerare. È bello prendersi cura degli altri e cucinare i biscotti che profumano la casa di cannella, ma non serve farli per tutto il parentado.

Il “prendersi cura degli altri” è un altro aspetto del Natale che ci piace da matti, ma che rischia di provocare ansia se vissuto nella maniera sbagliata. Ecco perché ci ripetiamo sempre di prenderci del tempo. Non solo noi, ma tutta la famiglia. Proviamo a instillare nei bambini un senso di lentezza piacevole e accogliente. Rallentiamo tutti insieme, senza fare le cose di fretta, e vedrete che prendersi cura l’uno dell’altro diventerà più semplice, piacevole e soddisfacente. Nessuno cadrà in preda allo stress o all’ansia, ma tutti si godranno lo stare insieme facendo qualcosa per gli altri.

Non dimentichiamoci poi dei regali, ma anche in questo caso ridimensioniamo le nostre aspettative. Non le aspettative dei regali che ci attendono sotto l’albero, ma le aspettative che immaginiamo i nostri figli abbiano. L’aspettativa riguarda infatti anche e soprattutto i genitori, che spesso la ingigantiscono molto più dei bambini: preferiamo il tempo ai regali. Passiamo più tempo insieme, in famiglia, un tempo di qualità. Alla lunga anche i bambini più esigenti apprezzeranno la presenza, le giornate in famiglia, i giochi insieme, molto più del pacchetto scintillante sotto l’albero.

Infine, ultima regola è creare le proprie tradizioni, non guardando a quelle “standard”, a quelle che la società sembra appiopparci. Non guardiamo agli altri, al mondo, ma solo alla nostra famiglia: se c’è qualcosa che amate fare tutti insieme e che, guarda caso, ogni anno si ripete (ad esempio una camminata la notte della Vigilia, il film sotto le coperte con la cioccolata fatta in casa, la cena intima senza i partenti, la colazione sempre tutti insieme con i biscotti speziati…) quella sarà la vostra tradizione, che rimarrà per sempre nella memoria e a cui sarà bellissimo tornare con il pensiero ogni volta che si vorrà.

 

Ti potrebbe interessare anche

La mente di una mamma? Non si ferma mai
Il calendario dell'avvento: il PDF scaricabile
Calm, l’app perfetta per rilassarsi e meditare
All’Hotel Mirtillo Rosso è Natale tutto l’anno!
Il ghiacciaio di Hintertux
Come trascorrere un Natale Hygge
20 ricette naturali e semplici per il pranzo di Natale
“Mamma, ma Babbo Natale esiste?”
I mercatini di Natale in Alto Adige
Il Santa Claus Village in Finlandia
Curando le amicizie curiamo noi stessi
Prendersi cura di sé fa bene anche alla genitorialità

Schermata 2018 06 15 alle 12.36.52

 

 

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter