Come dare ai tuoi figli un'estate all'antica

Siamo sempre qui  a proporvi attività divertenti ed educative allo stesso tempo, e in qualche modo con tutti i giochi e le proposte artistiche potreste riempire l'estate intera! Ma anche i genitori hanno bisogno di riposo, così come i bambini, dopo aver fatto i loro compiti e essersi cimentati nelle mille mila attività didattiche (divertentissime, certo!) ogni tanto hanno bisogno di svagare la mente senza pensare davvero a nulla se non a svagarsi.

Che fare allora? Beh, ogni tanto organizzate una giornata off durante la quale la parola d'ordine è libertà! Oppure, ancora meglio, prendete spunto dagli anni passati e dalle estati super free. Ad esempio? Ad esempio gli anni Settanta!

Ecco come dare ai tuoi figli un'estate all’antica: ogni tanto decidete di dare ai bambini (e a voi!) una giornata off durante la quale sperimentare lo stile di vita estivo dei nostri genitori!

- Innanzitutto, lasciate i bambini giocare all'aperto: lo diciamo sempre, è una parte fondamentale della loro crescita. Tuttavia non cercatevi risvolti educativi o didattici: lasciate che i bambini decidano di giocare davvero A CIO' CHE VOGLIONO! Possono essere giochi inutili, stupidi, senza capo né coda. Ma loro sapranno come riempire il tempo! 

Non è necessario organizzare una gita fuori porta il la domenica a pranzo, bastano due ore al pomeriggio con una bici e un parco un po' selvaggio, oppure un campo di grano... insomma, metteli a contatto con la natura, quella vera, non quella di un prato inglese!

I giardinetti sono un luogo fantastico, ma anche un parco senza nulla è un'ottima palestra di gioco per i nostri bambini, basta essere in gruppo! Organizziamoci con amichetti e lasciamoli liberi di inventare giochi in ambienti naturali: costruiranno, inventeranno giochi e litigheranno anche un po', ma questo trasformerà un semplice pomeriggio in una avventura spaziale

- Usiamo le strade: cerchiamo dei vicoli dove non c'è traffico e lasciamoli liberi di andare in bicicletta con gli amici (supervisionando a seconda dell'età del bambino).

- I bambini adorano l'acqua, in ogni sua forma: non è necessaria una piscina con scivoli, basta un secchio d'acqua sul balcone o in cortile e delle ciotole e il tempo trascorrerà davvero piacevolmente.

- Se i bimbi sono abbastanza grandi potete anche lasciarli a casa di quell'amichetto che ha il giardino immenso. Beh, provate a dare loro un po' di responsabilità! Alla fine si divertiranno loro e avrete un pomeriggio libero voi.

- Oggetti rotti, dai pc, alle radio: i bambini adoreranno smontarli, tagliare a pezzetti i fili, usare il nastro adesivo per "ripararli", insomma, sarà un gran divertimento esplorare dall'interno quegli oggetti.

- Anche i pigiama party possono essere un'occasione off per loro e per voi: chissenefrega se i bimbi decideranno di passare tre notti dal loro amico. La prossima settimana ricambierete il favore.

 - Anche il cinema può essere una buona idea. Ci siete mai stati di pomeriggio? Andiamo magari con un'amichetto e lasciamoli qualche fila davanti rispetto a noi così da lasciare loro un po' di autonomia.

- Mandateli in garage e ditegli di trovare tutto quello che potrebbe loro servire per costruire qualcosa. Qualunque cosa. Invece di preparare loro tutto il necessario per le attività creative lasciate che siano loro a inventare. Idea 

- Le scenette sono da sempre un'attività che occupa i bambini per pomeriggi interi, e che poi la sera diverte i genitori. I bimbi possono decidere di ricreare un film, scriverne uno, o addirittura mettere in piedi un talent show nel quale voi siete la giuria.

- Idem i casotti, i fortini, le grotte: per qualche giorno i piccoli saranno impegnati con un'attività architettonica di altissimo livello, e una volta finito il fortino potrà diventare benissimo la sede del loro club segreto, il cui accesso sarà assolutamente proibito ai genitori. Le Simpatiche Canaglie non vi dice nulla? Ok, era degli anni Trenta, ma l'intenzione è la stessa.

Ti potrebbe interessare anche

Le parole che feriscono i bambini
Ma perché i bambini non fanno quello che gli chiediamo al primo invito??
L’importanza della comunicazione con i bambini
Consigli per educare i figli testardi
Le tradizioni in famiglia sono importanti
Una lista di valori imprescindibili in famiglia
“A cloudy lesson”, per capire che anche gli adulti imparano dai bambini
Le 5 regole pratiche per crescere figli sereni
Carlos Gonzales, il pediatra che ci dice davvero cosa serve ai bambini
La Sudbury Valley School, un modello educativo unico e innovativo
8 libri sull’educazione all’aperto
Quando un piccolo cartone animato insegna una grande filosofia

banner 300x250chebuoni

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter