In-Tè, il festival italiano tutto dedicato al tè

Non vi abbiamo mai nascosto la nostra passione per il tè: tè verde, tè nero, rituali e tradizioni nel mondo... Del tè ci piace proprio tutto: il suo sapore, i benefici e anche la ritualità di quel momento che ci prendiamo tutto per noi per assaporare un attimo di pace.

E per fortuna c’è chi come noi lo ama a tal punto da dedicargli addirittura un intero festival: stiamo parlando di In-Tè, il Festival del Tè che partirà proprio il prossimo 7 aprile.

In-Tè, il festival italiano tutto dedicato al tè: un evento interamente dedicato al tè in tutte le sue sfumature per conoscerne i rituali, i sapori e i benefici

Sono due le associazioni che hanno deciso di intraprendere questa avventura, con l’intento comune di diffondere la cultura del tè di qualità in Italia: InTè, un’associazione tutta al femminile che da anni si occupa di comunicazione e marketing, e ADeMaThè, l’Associazione Italiana Degustatori e Maestri di Tè, punto di riferimento in Italia per gli amanti dell’argomento e per i professionisti del settore.

InTè e ADeMaThè hanno deciso di indire questo Festival del Tè, In-Tè, che avrà luogo tra pochissimo, nel weekend del 7-9 aprile a Bologna, nel Palazzo Dè Toschi (in piazza Minghetti 4D), con ingresso gratuito e moltissimi espositori provenienti da tutto il mondo, con un sacco di proposte attive.

Si parte quindi venerdì 7 aprile con l’apertura ufficiale alle 15.30 e da quel momento, fino alle 17, si inizia con “50 sfumature di tè” nella Sala Workshop, con tre appuntamenti di mezz’ora per scoprire tutte le varietà di questa bevanda millenaria dai rituali sempre differenti.

Il programma si snoderà poi tra workshop, degustazioni, lezioni di storia affascinantissime, cerimonie del tè, presentazioni di libri, conferenze tematiche (come quelle per scoprire i campi di tè in Oriente, con tradizioni secolari che ancora sopravvivono), tavole rotonde (interessantissima quella del sabato mattina, dalle 10 alle 12, dal titolo “Il tè. Una grande opportunità di business per l’Italia, in un mercato internazionale in crescita”) e tanti altri appuntamenti (come ad esempio la presentazione di Narratè - di cui vi avevamo già parlato - venerdì alle 17, il nuovo prodotto che coniuga in maniera perfetta il rito del tè con quello della lettura), tutti visibili sulla pagina dedicata al programma. Alcuni sono gratuiti e ad accesso libero, altri vanno dai 5 ai 25 euro con prenotazione (prenotazione che è possibile effettuare sempre sulla stessa pagina).

Il Festival, peraltro, ha pensato anche ai visitatori più piccoli: le famiglie potranno quindi approfittarne e fare un giro all’evento con i bambini, coinvolgendoli in questa avventura che li avvicinerà ad uno degli alimenti più affascinanti del mondo.

Sia sabato 8 che domenica 9, infatti, alle 15.15 (fino alle 16.30) i bambini dai 4 ai 10 anni sono invitati a partecipare a “Che DivertenTé”, un laboratorio di pittura con il tè pensato apposta per loro! Costa 5 euro, e come al solito potete prenotare il vostro posto dalla pagina del programma del Festival.

Ti potrebbe interessare anche

Andare a braccio non è poi così male...
Comparare i figli? Non serve a nulla, anzi!
Ma perché i bambini non fanno quello che gli chiediamo al primo invito??
L’importanza della comunicazione con i bambini
Gli sport estivi per bambini: la canoa
Gli sport estivi per bambini
Perché non programmare le giornate estive?
L’intelligenza passa dalle pozzanghere di fango
Come far giocare i bambini a fare giardinaggio
6 piante medicinali che puoi trovare nel tuo giardino
Perché è giusto che i bambini scelgano cosa indossare
7 idee per la caccia agli ovetti pasquali

banner 300x250chebuoni

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter