Il Kombucha, l'elisir fermentato di lunga vita

I cibi fermentati, l'abbiamo detto, fanno davvero molto bene. Grazie al metabolismo dei batteri che li abitano essi si trasformano per donare all'organismo forza, energia e difese immunitarie davvero insuperabili.

Oltre ai crauti, allo yogurt e agli altri alimenti fermentati più comuni, la nostra dieta può contare su una bevanda fermentata che viene dall'Oriente, considerata un elisir di lunga vita.

Ecco il Kombucha, l'elisir fermentato di lunga vita: dalla Cina, passando dalla Russia, il tè addolcito e fermentato per mantenersi in forma e in salute

Il Kombucha è una bevanda addolcita e fermentata a base di tè, conosciuta in Cina fin dal 250 a.C. e portata in Russia già agli inizi del Novecento. Il suo gusto sta in bilico tra il dolce e l'acidulo, ed è leggermente frizzantina. Ma come la si ottiene?

Essa deriva direttamente da una coltura batterica (la "coltura di Kombucha", appunto) che viene lasciata fermentare in tè verde o nero zuccherato, dagli otto ai dodici giorni, in un ambiente coperto (in casa lo si fa appoggiando un telo sulla coltura e fissandolo con un elastico, in modo da far passare l'aria ma non la polvere e gli insetti).

Questa specifica coltura contiene batteri che producono acido acetico e lievito e si presenta come una grossa e tonda frittella.

Passati i giorni di riposo, il tè fermentato può essere filtrato e consumato (e lo si può conservare per qualche giorno: basta tenerlo in barattoli di vetro ben chiusi).

Ma quali sono le proprietà di questo Kombucha? Principalmente esso è noto per la sua capacità probiotica, in grado di equilibrare lo stomaco e la milza grazia alla regolarizzazione della flora intestinale, aiutando così la digestione (ma anche il sistema immunitario: i probiotici fanno proprio questo!).

Ma il suo potere è molto più ampio e profondo, tanto che è considerato un vero e proprio farmaco naturale secondo la medicina tradizionale cinese! Negli anni, l'osservazione delle risposte dell'organismo al consumo di questo tè fermentato ha portato a notare una relazione tra questo e  il miglioramento di patologie quali il diabete, la gotta, problemi di pressione sanguigna, reumatismi, disturbi digestivi come gastrite, stipsi e dissenteria.

Ma fin dai tempi più antichi esso è noto anche per le sue capacità di incrementare il metabolismo e tenere a bada il peso (contrastando l'obesità), rafforzare la funzionalità renale, fornire aiuto in caso di disturbi del sonno e in generale migliorare la qualità di vita.

In fondo, il Kombucha è un alimento vivo, che agisce direttamente ed efficacemente nel nostro corpo. Mentre disseta energizza i tessuti, li purifica dalle tossine, aiuta la digestione e il metabolismo e favorisce le difese naturali e il sistema immunitario rendendoli molto più forti.

Anche se non vi sono studi scientifici che lo provano, grazie alla combinazione di tutte queste proprietà e benefici è indubbio che il Kombucha può rivelarsi un ottimo alimento, grazie all'azione su tutto il corpo, che mantenendo la salute previene l'invecchiamento dei tessuti e contrasta con il suo acido lattico l'insorgere dei tumori (e in caso di questi ultimi è perfetto per smaltire gli effetti di chemioterapie e radioterapie!). Una bevanda davvero da tenere in considerazione!

Lo trovate in numerosi negozi del biologico: se invece volete prepararlo a casa ecco un tutorial perfetto http://www.kombu.de/anleit-i.htm

La redazione di mammapretaporter.it

Foto Credits: By Simon A. Eugster (Own work) [GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html) or CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons

Ti potrebbe interessare anche

I rituali del tè in giro per il mondo
Cosa sono i cibi fermentati e perchè sono utili
La ricetta del tè di Natale
I tè buoni per l'anima e il corpo (anche per mamme incasinate)

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna