Come usare al meglio la curcuma e lo zenzero

Lo zenzero e la curcuma sono due radici estremamente utili per il nostro organismo: sono potenti antinfiammatori, antidolorifici, anticancro, stimolano il metabolismo e il corretto funzionamento dell'apparato digestivo. Insomma, dovremmo inserirle quotidianamente nella nostra alimentazione. Io consiglio sempre di utilizzarli freschi per migliorare il loro assorbimento. 

La curcuma è una spezia dai molti benefici, tra cui un alto potere anti infiammatorio è in grado prevenire il diabete e numerose malattie degenerative. Perché le sue proprietà siano assorbite al meglio dal corpo è bene, però, associarla sempre ad altri alimenti per favorire la sua assimilazione e preparare un buon frullato è una soluzione perfetta per creare un buon mix buono da gustare e ricco di elementi nutritivi.

Ecco allora come usare al meglio la curcuma e lo zenzero: consigli per assimilare al meglio queste spezie dalle molteplici proprietà benefiche!

Se lo zenzero viene assimilato facilmente dal nostro organismo anche se come detto in precedenza è meglio consumarlo fresco, non è invece così semplice l'assimilazione dei nutrienti della curcuma. Come fare allora? E' importante consumare il più possibile curcuma fresca e non im polvere, e sopratutto limitare la cottura. Se vogliamo utilizzarla sottoforma di polvere aggiungiamola a fine cottura (per esempio nel risotto alla curcuma). In generale è sempre consigliato associarla ad altri alimenti che, grazie alla loro composizione, aiutano il corpo ad assorbire al meglio questa spezia e a sfruttare tutto il suo potenziale benefico. Questi alimenti sono:

- Il pepe nero, che contiene piperina, un alcaloide che favorisce l’assorbimento della curcuma

- La quercitina, un pigmento vegetale presente nelle piante e negli alimenti di colore scuro, come l’uva rossa, le cipolle, il tè verde, mela, sedano e i frutti di bosco, in grado di inibire l’enzima che invece disattiva la curcumina.

- Le sostanze grasse, come gli olii vegetali, che aiutano la curcuma, che ha una bassa percentuale di solubilità in acqua, a essere assorbita al meglio.

 

Gli smoothies e gli estratti sono degli strumenti eccezionali per assimilare zenzero e curcuma.

Ecco alcuni mix perfetti per massimizzare l'assorbimento della curcuma:

- Estratto di semi di lino, uva rossa, mela e curcuma

- Estratto di semi misti, curcuma, mela e sedano

- Smoothie di semi di girasole, curcuma, tè verde e banana

- Smoothie di semi di zucca, curcuma, banana, mela e sedano

- Smoothie di semi misti, curcuma, frutti di bosco e banana

Tutti gli smoothie possono essere efficacemente creati con latte di avena o meglio ancora, di mandorla. 

 

Se vogliamo creare decotti partiamo sempre dalle radici di zenzero e curcuma freschi messi in acqua, portiamo a ebollizione per almeno 10 minuti, poi spegniamo il fuoco, copriamo con un coperchio il pentolino e lasciamo ancora le radici all'interno per almeno 10-15 minuti. Ottimi gli abbinamenti dello zenzero con il cardamomo, e dello zenzero con la liquirizia e l'anice stellato per la digestione

 

Giulia Mandrino

Ti potrebbe interessare anche

Gelato alle more
Smoothie proteico con semi di chia
Smoothie ai lamponi
Smoothie goloso al cioccolato
Lo smoothie di primavera
Smoothie proteico di fragole
Come scegliere gli sciroppi per la tosse per i nostri bambini
9 ricette di curry per bambini
Melograno, frutto invernale buono e sano: le sue proprietà e le ricette
I migliori rimedi naturali contro la tosse
Tutti i super alimenti da aggiungere agli estratti
Come fare la marmellata con l'estrattore

banner 300x250chebuoni

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter