Cosa sono gli smoothies

Gli smoothies sono frullati di frutta e/o verdura e latte, talvolta uniti a ghiaccio o frutta ghiacciata. Sono un'ottimo modo per mangiare vegetali e fare il pieno di fibre: sono caratterizzati da grande densità nutritiva paragonabile a quella di un pasto ma allo stesso tempo sono estremamente digeribili grazie al fatto della loro consistenza liquida. Mi sto leteralmente appassionando agli smoothies in quanto consentono di sostuire ogni tanto un pasto e quotidianamente la merenda. E' però importante seguire alcune nozioni di base per evitare picchi insulinici, quindi è importante evitare di inserire nello smoothies troppi ingredienti zuccherini e pochi proteici. 

Ecco allora cosa sono gli smoothies: quali sono i vantaggi nell'utilizzare i frullati nella propria alimentazione

- La preparazione è rapida: dobbiamo semplicemente inserire gli ingredienti nel frullatore e possiamo ottenere un pasto completo.

- Non servono strumenti costosi: basta un semplice frullatore e il gioco è fatto!

- Puoi conservarli in frigorifero per 2 giorni: molti smoothies possono essere conservati in frigo, anche se è sempre meglio berli all'istante

- Facile da lavare dopo la preparazione: non ci sono pezzetti e pezzettini da lavare, basta sciacquare il boccale del frullatore e il suo coperchio. 

- Ricchissimi di fibra: a differenza degli estratti e dei centrifugati sono ricchi di fibra, perciò sono adatti anche a chi soffre di problematiche relative all'insulina. 

- Frutta e verdura anche congelata: puoi utilizzare anche frutta e verdura congelata e non solo fresca

Qual'è allora la differenza tra frullati, smoothies, estratti e centrifughe? Per la differenza tra estratti e centrifughe puoi leggere questo articolo. In generale le centrifughe e gli estratti separano la fibra dal succo, in particolare l'estrattore mantiene intatte le proprietà nutritive dell'alimento perchè non surriscalda ma appunto estrae solo il succo con una cocca che gira lentamente; nei frullati e negli smoothies invece le lame tritano gli alimenti, aumentando il processo di ossidazione e diminuendo la biodisponibilità di alcuni nutrienti. Meglio un estratto o uno smotthies allora? Tutti e due è la mia risposta! E' utile infatti introdurre nel nostro corpo un estratto ricchissimo di vitamine e minerali ma privo di fibra, e per esempio nel pomeriggio fare uno spuntino con uno smoothies per introdurre sicuramente meno nutrienti vivi rispetto all'estratto ma tanta fibra, fondamentale per il nostro intestino. I frullati si differenziano dagli smoothies in quanto prevedono solo l'uso di frutta, verdura e acqua.

Gli smoothies, o meglio gli smoothies bilanciati, invece vengono preparati con: 

- una base cremosa: generalmente viene utilizzata la banana o l'avocado

- frutta e/o verdura: meglio sempre creare smoothies di frutta e verdura insieme e non solo frutta per non eccedere negli zuccheri

- semi: gli smoothies consentono di aggiungere semi mascherandone il gusto. I semi sono davvero preziosi per il nostro benessere perchè contengono acidi grassi omega 3, minerali e sono fortemente proteici. 

- latte, yogurt o acqua: per aumentare la cremosità degli smoothies e rendere più omogenei gli ingredienti vi consiglio di utilizzare bevande vegetali (latti vegetali) a base di soya, mandorla o avena, oppure yogurt di soya, yogurt senza lattosio o yogurt greco (qui trovi l'articolo in cui spiego perchè latte e latticini non sono alimenti adatti all'uomo. Diciamo i meno peggio negli smoothies sono yogurt greco e yogurt senza lattosio). Sconsiglio invece latte di kamut, farro e riso in quanto li ritengo troppo ricchi di zuccheri. 

- proteine in polvere (favoltative): per coloro che soffrono di picchi insulinici e conseguenti cali, quindi voglie di zuccheri, scarso senso di sazietà, diabetici, meglio aggiungere proteine al vostro smmothies. Si acquistano anche preparati in farmacia o in negozi specializzati per sportivi, spesso piuttosto costosi: ecco un mix proteico da fare in casa semplice e veloce. 1 tazza di lenticchie, 1 tazza di fiocchi di avena, 1 tazza di piselli secchi: frullare insieme fino ad ottenere una polvere e versare in un contenitore possibilmente di vetro anche per 2 mesi. Versare un cucchiaino abbondante di questa polvere nei vostri smoothies. Ottima fonte proteica è il burro di mandorle: lo trovate nei negozi del naturale. 

Possiamo decorare i nostri smoothies con speciali topping: 

- granola (ricetta sul mio libro The Family Food)

- cocco in scaglie

- chips di cocco

- gocce di cioccolato

- frutta secca

- frutta fresca (ex kiwi, mela, pesca, pera)

- spezie (io amo lo zenzero e la cannnella)

- frutti di bosco

- alicamenti

- semi (io consiglio di aggiungere sempre dei semi per aumentare l'aaporto proteico, io generalmente uso i semi di chia)

- chips di mandorle

Nella mia sezione di ricette dedicate alle bevande

Giulia Mandrino

 

Ti potrebbe interessare anche

Smoothie alle more e bacche di aronia
Estate: idratiamoci con frutta e verdura di stagione

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna