Le castagne, proprietà e ricette

Sta iniziando dicembre, e quindi andiamo verso la chiusura della stagione delle castagne. Ma se siete fortunate, fino alla fine del mese potrete trovare questo buonissimo ingrediente, che finalmente, dopo svariati anni (a causa di una malattia diffusa delle piante), sta tornando nei cestini dei mercati!

Le castagne, proprietà e ricette: quali benefici apportano questi frutti e come utilizzarli in cucina in maniera sfiziosa

Le si trova in ricci che cadono dalla pianta: le castagne sono un frutto, ma in realtà sono ricchissime di carboidrati complessi proprio come i cereali (ma senza glutine!), e per questo possono considerarsi “strane”. La stranezza però non si ferma qui, poiché il riccio che le contiene è responsabile di un’altra (piacevole) curiosità: questo guscio, infatti, protegge così bene la castagna da rendere la sua produzione praticamente sempre biologica, poiché agisce da strato protettivo potentissimo contro ogni trattamento chimico.

Come accennato, le castagne contengono moltissimi carboidrati, che rappresentano l’84% della loro composizione. La parte restante è costituita da lipidi (9%) e proteine (7%). Oltre ad essere ricche di carboidrati, le castagne si caratterizzano per l’elevata quantità di sali minerali: fosofo, calcio, ferro e potassio sono presenti in elevate quantità, così come le fibre (perfette per stimolare l’attività intestinale) e le calorie (165 ogni 100 grammi: per questo le castagne sono così energetiche).

Sono anche ricchissime di acido folico, quindi sono fortunate quelle future mamme che avranno il pancione in autunno! E il fosforo contenuto aiuta moltissimo il sistema nervoso.

L’importante è mangiare sempre le castagne ben cotte. I metodi sono diversi, e ognuno può scegliere quello preferito in base al gusto e agli strumenti che si hanno in cucina. Le castagne infatti possono essere sia bollite sia arrostite (in questo caso si parla di caldarroste), ma per quest’ultima cottura è necessario avere l’apposita pentola bucata.

Per preparare le castagne bollite è necessario lavare bene le castagne e praticare sulla buccia un bel taglio netto, lungo e profondo (altrimenti esplodono!) con un coltellino a punta. Mettetele quindi in una pentola con abbondante acqua e accendete il fuoco. Il tempo di cottura varia a seconda della dimensione delle castagne, ma potete calcolare circa 30-40 minuti dall’ebollizione per quelle più piccole sino all’ora per quelle più grosse. Sbucciatele e mangiatele così, come spuntino, oppure frullatele con un filo d’olio e pochissima acqua di cottura per un ripieno alternativo per i vostri tortelli e ravioli!

Se possedete la pentola bucherellata tipica per preparare le caldarroste, la preparazione non sarà difficile: come per le bollite, praticate un bel taglio sulla buccia delle vostre castagne, quindi versatele nella padella bucata e accendete il gas a fiamma media. Cuocete per 30-40 minuti, avendo cura di rigirarle molto spesso, in modo da cuocerle uniformemente (altrimenti, se cotte male, risulteranno meno digeribili!). Servite ben calde sono ottime, sembra di mangiare quelle dei baracchini natalizi per strada! Ma vi dureranno anche un paio di giorni, e saranno ottime come spuntino freddo.

Se non avete a disposizione la pentola bucata, tuttavia, potete preparare le caldarroste alternative in forno: basterà tagliarle come al solito e sparpagliarle su una teglia coperta da carta da forno. Accendete il forno a 220 gradi e cuocetele per circa 30-40 minuti (controllando verso fine cottura: devono sbucciarsi facilmente). Come per le caldarroste, sono ottime calde ma si conservano bene in un sacchetto di carta ben chiuso.

Tuttavia le ricette con le castagne non finiscono qui. Se quelle che vi avevamo proposto erano le tradizionali maniere di cuocere questi frutti per mangiarli al naturale, quelle che andiamo ora ad elencarvi sono le ricette che prevedono il loro utilizzo come ingrediente base.

La maniera più semplice e immediata per preparare un ottimo primo piatto con le castagne è sicuramente optare per una vellutata: dopo aver messo a soffriggere una cipolla, un gambo di sedano e una carota tritati grossolanamente in un filo d’olio, unite 250 grammi di castagne ancora crude e sbucciate. Fatele rosolare un attimo dopodiché coprite con del brodo vegetale e lasciate sobbollire a fuoco lento per un’oretta. Alla fine della cottura basterà frullare tutto (aggiungendo eventualmente un altro goccio di brodo per regolare la consistenza) servendo poi con dei crostini di pane integrale.

(foto 1 http://www.saison.ch/it/ricette/vellutata-di-castagne/detail/)

Con le castagne già bollite che vi sono invece rimaste potete preparare un’ottima torta salata di erbette e castagne: prendete 600 grammi di biete con le loro coste e lessatele. Una volta cotte, fatele saltare in padella con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio per dieci minuti. Nel frattempo tritate le castagne bollite, e aggiungete alla farina così ottenuta quattro cucchiai di acqua, due uova sbattute e una spolverata di parmigiano. Unite le bietole e versate il composto in una pirofila tonda foderata con della pasta sfoglia. Infornate la torta a 200 gradi e cuocete per circa 45 minuti.

(foto 2 http://www.salepepe.it/ricette/torte-salate-souffle/torte-salate/torta-erbe-castagne/)

Utilissima e di semplice utilizzo è poi la farina di castagne. Prendetela integrale, e utilizzatela per la vostra classica ricetta per la pasta fresca, sostituendo un terzo della farina di grano con questa (in modo che rimanga comunque la consistenza data dalla solita farina). Il sapore sarà davvero intrigante!

Altra ricetta con la farina di castagne è invece la torta cioccolato e castagne. Mischiate in una ciotola 100 grammi di farina di farro e 100 di farina di castagne, quindi unite una bustina di lievito in polvere e 50 grammi di cacao amaro. Intanto, scattate due uova con 150 grammi di zucchero di canna a aggiungete 70 grammi di olio di girasole, vanillina e un pizzico di sale. Unite le farine con la crema e versate il composto in una tortiera imburrata: cuocete in forno a 180 gradi per circa 35/40 minuti e la vostra torta è pronta per colazione e merenda!

(foto 3 http://la.repubblica.it/cucina/ricetta/torta-al-cacao-e-castagne/47439/)

Sara Polotti

Ti potrebbe interessare anche

Polpette di lenticchie alla siciliana
Calamari all'amalfitana
Fusilli integrali con pesto di nocciole e basilico
Come riciclare le uova di Pasqua
Sfogliette veg di biete, pinoli e uvetta
6 ricette con le fave
Asparagi al forno gratinati
Filetto di platessa al forno impanato
5 ricette con il tarassaco
Biscotti salati e crema di robiola
Insalata di riso nero con feta, noci e melograno
10 ricette ispirate ai prodotti Lush

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

banner 300x250chebuoni

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter