Il lievito alimentare, le sue proprietà e i suoi usi

Vegani o semplicemente intolleranti al lattosio, oppure preferite giustamente evitare latticini perché dannosi? Bene, c'è una cosa che dovete sapere, e che probabilmente vi svolterà la dieta in meglio! Conoscete il lievito alimentare? No? Allora ve lo spieghiamo noi!

Ecco il lievito alimentare, l'alleato sostituto dei latticini: un alimento essiccato in scaglie che non mancherà mai più nella vostra cucina

Si trova nei negozi del biologico e online ma speriamo che presto arrivi anche nei supermercati tradizionali. 

Si tratta semplicemente di una lavorazione particolare del lievito di birra, ma non di quella tradizionale "alta", cioè derivata dal lievito prodotto tra i 15 e i 20 gradi. In questo caso il lievito che viene liofilizzato o essiccato (in modo da non perderne i valori nutrizionali) è quello prodotto a basse temperature, cioè tra gli 0 e i 5 gradi.

Nello specifico, il lievito di birra (un fungo della specie Saccharomycies cerevisiae) viene cotto per qualche giorno in una soluzione di glucosio, e a cottura ultimata viene disattivata la sua azione fermentante tramite il calore.
Non pensate quindi al solito lievito in panetti o in bustine, da utilizzare per la lievitazione di dolci o prodotti da forno (quello di cui parliamo è disattivato, e quindi non porta alla fermentazione). Il lievito alimentare si presenta in scagliette, e lo trovate nei negozi specializzati in prodotti bio oppure nelle erboristerie (ma già esisteva nell'antico Egitto, pensate!).

Oltre ad essere gustoso, è davvero salutare e nutriente (e non a caso esistono anche moltissimi integratori a base di lievito di birra), a basso contenuto di sodio e grassi, privo di zucchero (e ne esiste anche senza glutine, per i celiaci), è ricco di ferro e amminoacidi essenziali per il nostro organismo ed è fonte di proteine.

Spesso contiene una buona quantità di vitamine del gruppo B.  L'organismo ne beneficia fin da subito, e gli effetti positivi si potranno notare anche su unghie e capelli (rafforzati!), sulla pelle, sulla digestione e sulla flora batterica e sull'azione dell'insulina, stimolata grazie al fatto che il lievito di birra migliora l'utilizzazione cellulare del glucosio. E i beta glucani aiutano notevolmente il sistema immunitario e il controllo del colesterolo.

Grazie alla sua consistenza e alle sue proprietà, non è quindi utilizzato per la cottura, ma sempre più gente lo utilizza come sostituto del parmigiano, a freddo per non perderne le proprietà. Ad esempio, come il formaggio grattugiato su pastasciutte o minestre, nelle insalate, sulle polpette di verdure e in tutte le ricette che prevedrebbero il formaggio.
Per la sua consistenza parecchio secca, è consigliabile utilizzarlo combinato a dell'olio: provate una semplice bruschetta con un'emulsione di olio e lievito alimentare!

Attenzione però: come tutti i lieviti, anche questo se consumato eccessivamente potrebbe portare ad una intolleranza, quindi è sempre bene non eccedere i 3/5 cucchiaini al giorno.

Quindi: pochissimi grassi, moltissimi carboidrati, proteine e fibre. E le calorie? Se ne stimano circa 250 per 100 grammi (contro le 375 di Parmigiano e Grana). Quindi, con due cucchiai se ne assumono circa 60.

Scopri la ricetta del nostro parmigiano veg con lievito alimentare!

La redazione di mammapretaporter.it

Ti potrebbe interessare anche

La Vitamina B12
Come sostituire il lievito chimico nei dolci
I rimedi naturali energizzanti per bambini

banner 300x250chebuoni

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter