I menu di Natale sani e veloci

Quando il giorno dopo hai il pranzo da zia Pina che la cosa più leggera che ti propinerà sarà la pasta pasticciata al forno e il giorno dopo la cena con la suocera che mette la sottiletta anche nel caffè pensi che non ce la potrai fare; come sopravivvere al Natale senza privarsi del piacere di mangiare, senza spendere una fortuna e soprattutto senza dover passare intere giornate a cucinare?

Ecco 4 idee di menu di Natale sani e veloci: ricette facili e semplici per un Natale perfetto anche per bambini

- Il primo menù che vi proponiamo è quello Vegetariano, che unisce la naturalezza e la leggerezza dei vegetali con la bontà unica di un pasto sfizioso.

Partiamo quindi con gli antipasti: crostini di caprino, miele e noci; zola o taleggio con pere e granella di pistacchio; e infine dei salatini veloci al pesto.

Per i crostini di caprino basterà tostare in padella delle fette di pane integrale, da spalmare con del buon caprino e da guarnire con un gheriglio di noce. Stessa velocità e facilità per il formaggio con le pere e pistacchi: disponete su un piatto qualche fetta di zola o taleggio, adagiate accanto alcune fette di pera e spolverate con dei pistacchi tritati. Per i salatini veloci al pesto prendete invece 300 grammi di farina 0; 150 ml di acqua, 50 ml di olio evo e un pizzico di sale. Impastate la farina con sale e olio e amalgamate pian piano con l’acqua, e una volta ottenuta una pasta omogenea fate una palla, copritela con pellicola e fatela riposare in frigo per 20 minuti. Stendete poi la pasta con il mattarello e tagliatela a striscioline. Spennellatele con del pesto homemade, arrotolatele e infornate per 30 minuti a 180 gradi.

La prima portata del menù vegetariano è il risotto con mele, pecorino e miele. Come un normale risotto, mettete a rosolare in un filo d’olio mezza cipolla tritata finemente, quindi aggiungete il riso a tostare per un minuto (un pugno per commensale). Dopodiché aggiungete brodo vegetale fino a coprire, e lasciate assorbire. Aggiungete brodo fino a cottura ultimata, quindi a cinque minuti dalla fine aggiungete una o due mele bio tagliate a dadini, e prima di servire mantecate con del pecorino e due cucchiaini di miele.

Salvia e fiori di zucchine impanati: è questo il buonissimo secondo piatto. Basterà impanare nell’uovo sbattuto (o nel latte d’avena) e nel pan grattato (o nella farina) venti foglie di salvia e dieci fiori di zucchina, cuocendoli poi in abbondante olio di semi di arachide a temperatura non troppo elevata.

E per concludere il tiramisù di orzo e ricotta: ecco come prepararlo

 

- Il secondo menù è sempre a base di verdure, ingrediente base protagonista del pranzo di Natale.

Per gli antipasti, vi consigliamo delle chips croccanti di cavolo nero (semplicissime e d’effetto: spennellate delle striscioline di cavolo con olio e sale e un po’ di sesmo, quindi disponetele su carta forno e cuocete a 180 gradi per 10 minuti), dei cracker alla pizzaiola con crema di anacardi () e la nostra crema rosa di barbabietola ed erba cipollina: fate soffriggere in 3 cucchiai di olio una cipolla rossa tagliata finemente. Aggiungete 3 patate medie tagliate a pezzetti e mezzo cavolfiore, una barbabietola e un cavolo rosso a dadini. Unite un litro di acqua e portate ad ebollizione. Abbassate il fuoco, fate cuocere per mezz’ora e cinque minuti prima di spegnere aggiungete 250 grammi di ceci precotti. Frullate e servite ben calda con dell’erba cipollina tritata.

Il primo piatto saranno delle lasagne di zucca. Bollite prima una zucca a pezzetti piccoli, quindi mettetela in padella con del dado vegetale e dell’olio. Preparate poi la besciamella naturale, e iniziate ad assemblare le lasagne. In una teglia fate uno strato di besciamella, quindi stendeteci le lasagne integrali e coprire con altra besciamella e zucca. Fate altri strati fino a raggiungere il bordo della teglia e coprite con un po’ di parmigiano. Infornate la teglia coperta con della stagnola a 200 gradi, quindi dopo mezz’ora togliete la stagnola e cuocete per altri quindici minuti.

Di secondo? Delle polpette di ceci al forno. Tritate in un mixer 250 grammi di ceci precotti con 100 grammi di erbette e 50 ml di latte vegetale. Mescolate poi questo composto con 150 grammi di farina di mandorle, due cucchiai di farina di ceci, 1 cucchiaino di semi di girasole e un rametto di timo sminuzzato. Prendete l’impasto e fate delle polpette, passatele nel pan grattato e disponetele su una teglia coperta da carta forno. Ungete con un filo d’olio e cuocete a 180 gradi per venti minuti.

Il dessert stavolta è doppio: prima una macedonia con yogurt greco, miele e noci, dopodiché una semplice torta di cioccolato alle zucchine (per continuare il tema verdure): frullate 300 grammi di zucchine, quindi mescolatele con 50 grammi di cacao amaro, 230 grammi di farina 0, 150 grammi di zucchero di canna, 40 grammi di nocciole tritate, 40 grammi di gocce di cioccolato fondente, 80 ml di olio evo, 120 ml di latte vegetale, il succo di mezzo limone e un cucchiaino di bicarbonato (al posto del lievito). Foderate una tortiera, versate il composto e cuocete a 180 gradi per circa 30 minuti.

 

- Il terzo menù è di pesce.

Partiamo con dei crostini con crema di tofu e salmone affumicato e dei vol au vent con crema di ceci e alloro (basta frullare 300 grami di ceci precotti con una foglia di alloro e versare la crema nei vol au vent, infornando poi a 180 gradi per 15 minuti). 

Come primo piatto sarà perfetta una vellutata di fagioli e gamberi: mettete in una pentola 250 grammi di fagioli di spagna precotti e una patata grande a cubetti. Aggiungete un cucchiaio di dado vegetale e quattro tazze di acqua, quindi lasciate cuocere per circa mezz’ora. Intanto pulite delle mazzancolle e fatele cuocere a fuoco vivo per cinque minuti con un filo d’olio e un cucchiaino di curry di Madras. Frullate poi la crema di fagioli e versatela nei piatti, guarnendo con le mazzancolle (e, opzionalmente, con delle mandorle tritate).

Di secondo proponete delle polpette di salmone e broccoli, un’abbinata sempre vincente. Bollite 300 grammi di patate e 200 grammi di broccoli, e nel frattempo cuocete al vapore circa 500 grammi di salmone in trancio. Sminuzziamo il tutto finemente (salmone, patate e broccoli), quindi aggiungete al composto 5 fili di erba cipollina tritati, un uovo e tre cucchiai di olio. Create delle palline e passatele nel pan grattato, quindi infornatele a 160 gradi per circa 30 minuti.

Il dolce sarà un facilissimo ma godurioso gelato di banana con gocce di cioccolato. 24 ore prima mettete in freezer alcune banane a fette, quindi prima di servirle tiratele fuori e frullatele (eventualmente con un filo di latte vegetale). Mescolate il tutto con una manciata di gocce di cioccolato e servite al momento.

 

- Tra i menù non può mancare poi quello vegano.

Come starter sarà perfetto un hummus di ceci con pinzimonio delle verdure che preferite (carote, sedano, zucchine…): frullate una lattina di ceci precotti con due cucchiai di salsa tahina, il succo di mezzo limone e un pizzico di sale. E per un antipasti completo preparate anche delle tartine di crema di tofu e pistacchi: frullate del tofu con due fili di erba cipollina, un filo d’olio di sesamo e un pizzico di sale, quindi spalmate la crema su dei crostini e spolverateli con del trito di pistacchi.

Ottima sarà poi la torta salata di zucchine, mozzarisella (la mozzarella veg) e basilico: utilizzate la ricetta per la base per torta salata senza latte e senza uova, quindi foderate una tortiera bassa e farcite con un mix di mozzarisella e zucchine (precedentemente tagliate a cubetti e saltate qualche minuto in padella con un filo di olio evo). Ripiegate i bordi della torta e infornate a 180 gradi per venti minuti.

Piatto principale saranno le lasagne vegan al ragù di seitan. Il ragù si prepara in questo modo: tritate due carote e una cipolla, quindi versatele in una padella con un filo d’olio evo e fate saltare. Aggiungete quindi una confezione di seitan precotto tritato, e dopo cinque minuti versate in padella anche una confezione di passata di pomodoro bio e un rametto di rosmarino. Lasciate cuocere a fuoco lento per almeno mezz’ora. Nel frattempo preparate anche la besciamella vegetale. Prendete le lasagne integrali e vegan e iniziate a comporre le lasagne: uno strato di besciamella, uno di lasagne, uno di ragù; quindi, di nuovo via con lasagne, besciamella e ragù, fino all’orlo. Spolverate il top con del lievito alimentare in scaglie e infornate a 180 gradi per almeno 30 minuti.

Per dessert una deliziosa cheesecake veg: qui trovate una serie di varianti che a noi piacciono moltissimo, oppure potete optare per quella dal profumo esotico.

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche

#shakemydetox, come depurarsi dopo le vacanze di Natale
Un esperimento natalizio: i cristalli di neve
Un Natale solidale con Miniland
Un Natale di carta: le decorazioni, i lavoretti con i bambini
I biscotti nel barattolo, il regalo di Natale economico e originale che sta spopolando
10 giocattoli a costo 0 per i bambini
I migliori Villaggi di Natale in Italia, le mete perfette per le famiglie
Regali di Natale, le costruzioni più belle e stimolanti
10 motivi per trascorrere la vigilia di Natale a casa senza parenti
10 decorazioni natalizie DIY da realizzare in famiglia
10 idee per rendere Scandi il vostro Natale
Giocare con le casette di cartone: dove comprarle e come costruirle

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

banner 300x250chebuoni

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter