Dalla soba agli udon: i diversi tipi di pasta orientale

Se va di moda la cucina orientale ci sarà unperché. E questo perché è il suo essere così deliziosa! Spesso leggera, spesso vegetariana, in ogni caso sempre gustosissima: a noi di mammapretaporter piace scoprire nuovi ristorantini tipici, ma soprattutto adoriamo cucinare le pietanze tipicamente orientali nelle nostre cucine occidentali! Nel nostro libro The Family Food, ricette naturali per famiglie incasinate, non poteva mancare infatti una ricetta di pasta orientale!

Volete provarci anche voi ma non sapete dove girarvi e da dove partire? Provate iniziando dalla pasta, semplice, buona e versatile, chiamata genericamente “noodle”. Le ricette sono davvero tante, spesso contengono carne ma potete con poco sforzo mutarle in piatti più sani a dase di verdure e tofu. 

Dalla soba agli udon: i diversi tipi di pasta orientale dalla Cina, al Giappone al Vietnam

I Vermicelli di Soia

Sono tipici e facili da trovare al supermercato: leggeri, si possono utilizzare in mille modi, stando attenti a non scuocerli! Il rischio è che risultino simili ai nostri capelli d'angelo (il segreto è non farli bollire, ma solo riposare qualche minuto in una ciotola di acqua calda prima di saltarli in padella con il condimento che più preferite). Stanno bene con tutto, dal tofu alle verdure fino al pesce, e con ogni condimento, dall'olio d'oliva, al miso, alla salsa di soia (ottima in sostituzione del sale).

(foto 1 http://www.hosomaki.it/come-preparare-gli-spaghetti-di-soia-con-pollo-e-verdure/)

 

Pad Thai

E' il piatto di pasta tradizionale della Thailandia: si compone di tagliolini all'uovo conditi con salsa di pesce, tamarindo, pollo, uovo, gamberi, verudre e arachidi sbriciolate. 

Qui trovi la versione più "sana" di pad thai, adatta a grandi e piccini. 

(foto 2: http://highheelgourmet.com/2012/08/03/padthai-trilogy-authentic-recipe/)

 

I Mee Pok

Simili nell'apparenza alle nostre tagliatelle, i Mee Pok sono spaghetti all'uovo larghi e piatti, tipici della Cina, Singapore, Tailandia e Malesia. Possono essere serviti in brodo o da soli, con condimenti di tofu, pesce o verdure. I Mee Pok sono solitamente accompagnati da una salsa particolare, composta da chili piccante, olio, aceto, pepe e salsa di soia.

(foto 3 http://www.misstamchiak.com/ru-ji-kitchen/)

 

I He Fen

La pasta piatta può essere anche di riso e non all'uovo: ecco i He Fen (o Shahe Fen, o Ho Fun), tagliatelle piatte al riso simili ai vermicelli, di colore bianco, dalla consistenza scivolosa e gommosa. Sono tipici cinesi. Di nuovo, possono essere saltati in padella con tofu, vedure oppure venire serviti in brodo. In sostituisco la carne rossa che lo contraddistingue la ricetta tradizionale con seitan e spolvero con semi di sesamo leggermente tostati in padella.

(foto 4 http://www.mybarecupboard.com/2015/01/beef-ho-fun-gon-chow-ngau-ho.html?m=1)

 

I Pho

Derivati dai cinesi He Fen, sono la versione vietnamita: sono vermicelli di riso in brodo, serviti con carne ed erbette, funghi, verdure e aromi, a seconda del proprio gusto. Sono un tipico cibo da street food! Si mettono direttamente nel brodo senza cuocerli precedentemente, guarnendo con gli ingredienti scelti, a formare un unico piatto completo. Da provare con germogli, cipollotto, tofu e coriandolo fresco.

(foto 5 http://www.gimmesomeoven.com/vietnamese-pho-soup-recipe/)

 

I Ramen

Tipicamente giapponese, ma di origine cinese, è un piatto delizioso di tagliatelle di frumento immerse in brodo di carne o pesce, salsa di soia o miso e guarnito (anche qui a formare un unico piatto completo) con alghe, cipolla verde, fettine di carne (solitamente maiale, ma anche pollo), mais, uova sode, pollo, funghi. Non c'è una ricetta univoca, e girando il Giappone si scopre che ogni località ha la sua versione. Eccezionale le versioni vegetariane e vegane che vi proporrò i prossimi giorni!

(foto 5 http://greatist.com/eat/healthier-ramen-recipes)

 

Gli udon

Tipici giapponesi, gli Udon sono spaghettoni di grano tenero, nutrienti e dalla consistenza buonissima. Anche qui, esiste la versione in brodo oppure quella saltata in padella, guarnita con verdure, uova, pesce o carne, e talvolta servita con la tempura o con del tofu fritto.

(foto 6 http://www.thekitchn.com/whats-the-difference-soba-udon-116505)

 

I Soba

Più sottili degli udon, anche questi sono tipicamente giapponesi, ma sono a base di grano saraceno. Spesso sono serviti caldi in brodo, altre volte li si possono trovare nella loro versione fredda servita in contenitori di bambù. Il brodo è composto da dashi (brodo di pesce), mirin (un sakè dolce a base di riso) e salsa di soia; il tutto è completato con fettine di cipollotto.

(foto 7 http://www.japanesecooking101.com/zaru-soba-recipe/)

La redazione di mammapretaporter.it

Ti potrebbe interessare anche

Pasta con i broccoli: la ricetta veg buonissima
10 sughi perfetti per condire la pasta dei bambini
Pasta di grano saraceno in pochi minuti
Pasta patate, fagiolini e pesto

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna