Come scegliere l'acqua più adatta a noi

Bere è importante! L’avremo sentito dire migliaia di volte. Spesso si insiste un po’ troppo su questo concetto, ma di base bere (e non affogarsi con litrate di acqua) ha un’importanza vitale. Basta pensare al fatto che il nostro corpo è costituito per più del 50 % di acqua e che tantissime reazioni biochimiche che avvengono nel nostro corpo necessitano di molecole d’acqua!

L’acqua ha inoltre importanti funzioni: x fare da veicolo fino alle cellule bersaglio per le sostanze nutritive e gli ormoni in essa
disciolti; x regolare la temperatura corporea; x lubrificare i tessuti di polmoni, occhi, pelle e di numerose membrane; x aiutare a eliminate le scorie; x costituire buona parte di molti liquidi biologici vitali (il liquido oculare, il liquido sinoviale, il liquido cerebrospinale e le secrezioni degli apparati respiratorio, gastrointestinale e genito-urinario).

Il fabbisogno giornaliero di liquidi è pari a 2-2 litri e mezzo, di cui almeno 1 litro e mezzo deve provenire dall’acqua, la quota restante da altre bevande (per esempio, tè e tisane, ovviamente meglio se non zuccherate) e da alimenti che sono naturalmente ricchi di liquidi come frutta e verdura. In condizioni particolari, quali lo sport o il caldo estivo, questo fabbisogno aumenta.

Le acque in commercio possono esser classificate in 4 gruppi sulla base del residuo fisso, ovvero la quantità di sali disciolti in un litro di acqua calcolato a 180° e il suo valore viene riportato generalmente in milligrammi per litro (mg/l).

Scopriamo insieme come scegliere l'acqua più adatta a noi: ecco le diverse tipologie di acqua minerale in commercio e le loro caratteristiche

1) ‘oligominerale’ o ‘leggermente mineralizzata’ (residuo fisso non superiore a 500 mg/l): favorisce la diuresi e contiene poco sodio e quindi può essere indicata nei casi di ipertensione;
2) ‘minimamente mineralizzata’ (residuo fisso non superiore a 50 mg/l): è un’acqua ‘leggera’, stimola la diuresi ed è particolarmente indicata per la ricostituzione di latte e alimenti per l’infanzia;
3) ‘ricca di sali minerali’: (residuo fisso superiore a 1500 mg/l): è un’acqua terapeutica, ricca di sali, da bere sotto controllo medico;
4) ‘mediominerale’: (residuo fisso compreso tra 500 e 1500 mg/l): è utile in estate o durante la pratica di attività sportive, perché consente di reintegrare i liquidi e i minerali persi con la sudorazione.

Articolo tratto dal libro The Family Food, Ricette naturali per famiglie incasinate edito da Mental Fitness Publishing

Ti potrebbe interessare anche

9 ricette di curry per bambini
Il lavoretto dello stagno con la sabbia
Acqua detox cetriolo, limone e menta
10 ricette di acque aromatizzate

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna