15 ragioni per eliminare dalle nostre case lo zucchero bianco

Stiamo attentissimi alla nostra salute, cerchiamo di evitare alcool e fumo, ci teniamo all'alimentazione, preferendo alimenti di origine vegetale ed evitando i grassi saturi. Ma nelle nostre diete quotidiane c'è un alimento all'apparenza innocuo che tuttavia, quando ne abusiamo, può diventare deleterio per il nostro organismo. Anzi, non solo quando ne abusiamo.

Stiamo parlando dello zucchero, il principale fautore del gusto dolce delle pietanze. Non solo quello raffinato (da evitare come la peste!) o i dolcificanti (artificiali o naturali, che vengono in aiuto in presenza di malattie come il diabete). Tutto lo zucchero, anche quello integrale, il fruttosio e quello di canna, può diventare pericoloso per il nostro organismo.

“Per capire perché dovremmo evitare lo zucchero bianco basta chiedersi ‘come mai lo zucchero è così candidamente bianco?’ Perché viene sbiancato e lavorato con calce, acido solforoso e carbone, infine viene colorato con coloranti spesso cancerogeni tra cui catrame. Questo dolcificante provoca iperfermentazione intestinale, carenze di vitamine del groppo B e agisce direttamente su alcuni ormoni del nostro corpo tra cui l’adrenalina”. Quindi dimentichiamoci “con un poco di zucchero e la pillola va giù”, o almeno utilizziamo un dolcificante naturale. (tratto dal libro Mamme pret a porter, il primo anno insieme, Mental Fitness Publishing)

Ecco perché evitare lo zucchero è meglio per tutti: 15 ragioni per eliminare dalle nostre case lo zucchero bianco

Il problema principale è che, pur stando molto attenti alle quantità di dolcificante che mettiamo nelle nostre ricette, lo zucchero è presente in quantità esorbitanti nella maggior parte degli alimenti confezionati, dalle merendine alle bibite, dai biscotti alle marmellate fino ai succhi di frutta. Ma qualcosa sta cambiando e sempre più genitori eliminano o comunque limitano tantissimo lo zucchero bianco. 

Lo zucchero è un carboidrato (formato da carbone, idrogeno e ossigeno), e l'uomo, per sua natura, non è stato programmato per assumerne le quantità a cui siamo abituati. Nella preistoria l'unico dolcificante che assumeva era dato dalla frutta, che era a sua disposizione solo per un paio di stagioni. Oggi lo zucchero rappresenta quasi il 20% delle calorie che assumiamo: non vi pare preoccupante?

Il prof. Franco Berrino, epidemiologo:  quando mangiamo zucchero bianco questo entra rapidamente nel nostro sangue perchè non ci sono altri nutrienti e fibre presenti in esso. Questo fa si che i livelli di glucosio nel sangue crescano: coì il nostro corpo deve intervenire perchè riconosce la pericolosità di avere molto zucchero nel sangue, per questo il pancreas rilascia un ormone chiamato insulina: l'insulina permette al glucosio di essere eliminato dal sangue e di nutrire le cellule, dando loro energia. Ma le nostre cellule assorbono il glucosio velocemente e quindi i nostri livelli nel sangue crollano: così abbiamo di nuovo bisogno di zucchero essendo in ipoglicemia: dalla grande energia provata subito dopo l'assunzione, dopo circa 30 minuti ci sentiremo un po' stanchi. Immaginate questo processo su un bambino a scuola dopo che a metà mattina mangia la merendina iper-zuccherata e succo di frutta o peggio ancora bibita con il 22% di zucchero: la difficoltà di conmcentrazione sarà davvero alta. Per questo è fondamentale preferire per la scuola snack con farine intergrali (quindi a lento rilascio di energia) e zuccherate con dolcificanti naturali come quelli indicati nel nostro articolo

Ci sono tuttavia altre ragioni, più pratiche e concrete. Eccole:

1. Il diabete, l'ipertensione, le malattie cardiovascolari e sindrome metabolica sono malattie legate da un filo strettissimo a questo elemento: ridurne l'assunzione significa prevenirle.

2. Favorisce l'invecchiamento della pelle e la comparsa di rughe (e non è un problema solo cosmetico: insieme al viso invecchia tutto il corpo, ricordatelo. Per questo il consumo di zucchero bianco in alcuni studi è associato all'insorgere della demenza).

3. Favorisce l'osteoporosi, pericolosissima soprattutto per le donne.

4. Alimenta la candida e le cistiti, che faticano ad essere debellate (si tratta di disturbi già di per sé parecchio fastidiosi; perché contribuire?).

5. Come ogni altra droga, induce dipendenze, similarmente all'alcool e al fumo: http://www.ars.usda.gov/News/docs.htm?docid=22791. In particolare in bambini vivaci e attivi (chiaramente non stiamo parlando di adhd) lo zucchero bianco sembra agire in maniera più radicata, così saremo sommersi di richieste, anche aggressive, per avere caramelle.

6. Facendo scattare l'azione di ormoni che riducono il senso di sazietà, lo zucchero è pericolosissimo perché può portare a problemi di obesità e insulino-dipendenza.

7. Non aiuta l'organismo ad assimilare i suoi minerali e riduce l'energia. Anzi, non solo la riduce, ma causa sonnolenza e stanchezza, per colpa della sua azione bloccante sull'orexina (l'ormone che controlla i sentimenti, la veglia e la capacità di bruciare calorie).

8. Riduce le capacità visive, portando ad un progressivo abbassamento della vista. Mica simpatico, no?

9. Ha molte, molte, moltissime calorie.

10. Aumenta la pressione arteriosa e il colesterolo.

11. Fa venire mal di testa.

12. Fa male al fegato: dal momento che non aiuta con la bruciatura delle calorie, l'organismo si ritrova un surplus di grasso che ha conseguenze negative sul fegato allo stesso modo dell'alcool.

13. Aumenta quindi il rischio di tumore al fegato, ma anche al pancreas e all'intestino.

14. E' spesso causa di ulcere.

15. Indebolisce il nostro sistema immunitario: "Excess sugar depresses immunity. Studies have shown that downing 75 to 100 grams of a sugar solution (about 20 teaspoons of sugar, or the amount that is contained in two average 12-ounce sodas) can suppress the body’s immune responses. Simple sugars, including glucose, table sugar, fructose, and honey caused a fifty- percent drop in the ability of white blood cells to engulf bacteria. In contrast, ingesting a complex carbohydrate solution (starch) did not lower the ability of these white blood cells to engulf bacteria. The immune suppression was most noticeable two hours post-ingestion, but the effect was still evident five hours after ingestion. This research has practical implications, especially for teens and college students who tend to overdose on sodas containing caffeine and sugar while studying for exams or during periods of stress. Stress also suppresses immunity, so these sugar-users are setting themselves up to get sick at a time when they need to be well."  Fonte:http://www.askdrsears.com/topics/feeding-eating/family-nutrition/sugar/harmful-effects-excess-sugar

16. I bambini sono più "capricciosi", meno collaborativi e sopratutto più disattenti a scuola dopo l'assunzione di zucchero bianco: "Sugar sours behavior, attention, and learning. Sugar promotes sugar highs. Some persons are more sugar sensitive than others, and children may be more sensitive than adults. A study comparing the sugar response in children and adults showed that the adrenaline levels in children remained ten times higher than normal for up to five hours after a test dose of sugar." Fonte: ibidem. 

altre ragioni per farci capire che lo zucchero, in tutte le sue forme, andrebbe eliminato per sempre dalle nostre tavole?

Così scrive l'illuminato medico Eugenio Serravalle: "Si fa bollire l’acqua, e quando avrà raggiunto la giusta temperatura si versa in una teiera preriscaldata. Il thè si lascia in infusione da 3 a 5 minuti. Qualcuno lo beve così, altri aggiungendo latte o limone. Molti aggiungono lo zucchero, ma non ho mai visto nessuno versarne 4 cucchiaini e mezzo in una tazza. E’ questa la quantità di zucchero contenuta nell’Estathè. Nei 20 cl dell’infuso sono presenti acido ascorbico, 0,2% di succo di limone, aromi non specificati, e ben 22,6 grammi di carboidrati, per la maggior parte rappresentati da zucchero. Con ogni “bicchierino “ di Estathè si assumono 90 calorie. Un bambino che beva 2 Estathè in una giornata assume quindi 9 cucchiaini di zucchero, che c’è, ma non si vede. Mettete 9 cucchiaini di zucchero in una bustina trasparente: avrete meglio idea della quantità. Quasi 8 cucchiaini, 38 grammi, di zucchero si trovano in una lattina da 33 cl di Coca-cola che apportano 122 calorie. Più o meno le stesse quantità si trovano in una lattina di Aranciata Fanta, e in una di Sprite. Obesità, ipertensione, diabete, carie, ma anche iperattività e disturbi del comportamento sociale nei bambini sono riconducibili ad un eccessivo consumo di zucchero. Ma la potenza della pubblicità è immensa, ed allora: Sete d’estate, sete di estathé." Fonte: www.eugenioserravalle.it/una-montagna-di-zucchero/

Ti potrebbe interessare anche

Perché lo sciroppo d'acero è il miglior dolcificante per bambini
La stevia, il dolcificante naturale ipocalorico
Come dolcificare in maniera sana e naturale
Zucchero e tumori: come prevenire il cancro con l'alimentazione

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna