Allergie, istruzioni di prevenzione

La medicina tradizionale agisce in maniera massiva sulle allergie solo quando queste compaiono, solitamente nei mesi primaverili. Attraverso cortisoni e antistaminici, blocca gli attacchi allergici nel momento in cui si scatenano, inondando il corpo di sostanze non proprio leggere.
La medicina naturale, al contrario, cerca di prevenire questi attacchi allergici. Come? Assumendo sostanze prese direttamente la natura che aiutano l'organismo a prepararsi all'attacco degli agenti che lo stuzzicheranno.

Il momento giusto per prevenire le allergie è ora: con i rimedi naturali prepararsi alla primavera è un gioco da ragazzi, e senza effetti collaterali!

Affidarsi a cure che utilizzano elementi naturali è quindi il modo più indicato per prevenire in maniera dolce e senza effetti collaterali gli antipatici attacchi allergici ai quali moltissimi adulti e bambini sono sempre più soggetti.

Questi attacchi allergici solitamente si manifestano sottoforma di sintomi nasali (naso chiuso, prurito, starnuti), prurito agli occhi ed eccessiva lacrimazione, tosse e respiro affannoso, mancanza d'aria, problemi cutanei e stanchezza.

I farmaci tradizionali agiscono nel momento dell'attacco andando a colpire direttamente l'istamina rilasciata dall'organismo, che, non riconoscendo la sostanza con la quale si trova a contatto, eccede nella difesa.

Tuttavia l'uso massiccio di questi farmaci ha effetti collaterali noti e meno noti, come la sonnolenza, l'astenia e la nausea, oltre ad essere sconsigliabile come tutte le terapie farmacologiche troppo pesanti e ricche di cortisone.

Attraverso i rimedi naturali è tuttavia possibile prevenire le allergie. Fin dai due mesi che precedono l'ipotizzato momento in cui si scateneranno gli attacchi (presumibilmente in primavera) assumere sostanze in grado di riattivare gli organi responsabili della pulizia da tossine e scorie (quindi fegato e reni) aiuta notevolmente nel momento in cui l'organismo entrerà poi in effettivo contatto con le sostanze che non riconosce, quindi gli allergeni (solitamente i pollini che da fine gennaio circa fino a quasi la fine di settembre vagano nell'aria).

Ripulire nei mesi precedenti l'organismo dalle tossine e dalle scorie significa prepararlo per una migliore risposta all'aggressione che subirà.
Uno stile di vita regolare e una dieta sana sono il primo passo per la prevenzione. Un aiuto viene inoltre dall'assunzione di cibi o integratori contenenti le vitamine C, B e K, ma soprattutto dal ribes nigrum, o ribes nero, un cortisone naturale conosciutissimo e utilizzatissimo nella fitoterapia. Oltre al cortisone il ribes nero contiene moltissime sostanze in grado di riattivare il sistema immunitario che in questo modo saprà rispondere meglio e dosare in maniera più corretta l'istamina rilasciata dall'organismo.

E' bene inoltre evitare i cibi ricchi di istamina o responsabili del suo rilascio, come il pesce troppo grasso, i formaggi fermentati, i salumi e gli insaccati, i molluschi e i crostacei, la carne di maiale, la frutta a guscio, gli agrumi, patate, pomodori, peperoni, melanzane, fragole e cioccolato.

Se siete a conoscenza di un'intolleranza alimentare, non trascuratela: assumere sostanze che il proprio corpo fatica a tollerare significa tenerlo in costante allerta, in perpetua infiammazione, e ciò è deleterio nei soggetti allergici!

La redazione di mammapretaporter.it

Ti potrebbe interessare anche

La dieta del dott Longo: 5 giorni al mese per la dieta mima digiuno per la rigenerazione cellulare
Estratto contro la ritenzione idrica cetriolo e sedano
10 falsi miti sulle diete da sfatare
Acqua detox cetriolo, limone e menta

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna